Nuovo record: Diverse migliaia di dimissioni ecclesiastiche nella diocesi di Passau

4281 membri hanno lasciato la Chiesa l’anno precedente; Nel 2018 erano 3568. Negli anni che hanno portato al 2014, più di 2.000 persone avevano lasciato la chiesa. Anche il numero di membri che frequentano i servizi è di nuovo diminuito – dal 10,8 al 10,4 per cento.

Anche il numero di conferme è diminuito in modo significativo. Mentre 3703 ragazze e ragazzi sono stati confermati nella diocesi nel 2018, nel 2019 erano solo 28. Tuttavia, questo non è un calo drammatico dei giovani creditori, ma piuttosto il nuovo concetto della diocesi. Ad esempio, i giovani di età compresa tra i 16 anni sono solo confermati per garantire che “il passo verso la conferma si basi sulla libera scelta dei giovani”.

Pasqua: i numeri dipingono un quadro chiaro
Il Vescovo di Passau Stefan Oster non vuole sorvolare su nulla in vista dello sviluppo. “I numeri dipingono un quadro chiaro”, dice nella dichiarazione della diocesi. “La tendenza sociale verso la deconfessionalizzazione continua senza sosta nel nostro paese”. Tuttavia, egli non rinuncia alla speranza, Oster chiarisce. Soprattutto in tempi della pandemia corona, aveva sperimentato “quante persone desideravano rafforzare la fede e agire in solidarietà”.

Pasqua: Nessun adattamento alla società moderna
In un articolo ospite per la Corrispondenza Herder, Oster mostra possibili vie d’uscita dalla crisi. Egli chiarisce che adattare l’insegnamento della Chiesa alla società moderna non è un’opzione. Al contrario, il vescovo di Passau teme che la Chiesa cattolica possa perdere la sua identità religiosa di conseguenza. Dietro la discussione sul celibato, la consacrazione delle donne o la morale sessuale c’è il desiderio di questo adattamento, sospetta Oster. Tuttavia, questo è il modo sbagliato di andare. La Chiesa non deve preoccuparsi di rilevanza sociale, ma di “rilevanza curativa”. Pertanto, è necessario un ritorno al “nucleo immutabile della concezione cristiana dell’uomo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *